#iorestoacasa

  • Twitter
  • Facebook
  • Google+
  • Linkedin

Nell’ultimo giorno del mese di marzo 2020, l’ACS invita a soffermarsi sul ruolo centrale che le donne stanno rivestendo nell’affrontare il peso di questa emergenza sanitaria.

Lo facciamo attraverso la figura dell’imprenditrice italiana Luisa Spagnoli, inventrice, tra l’altro, del Bacio Perugina, cioccolatino conosciuto in tutto il mondo.

Luisa Sargentini (Perugia, 1877- Parigi, 1935) dette vita a due grandi aziende, la Perugina (1907-) e la Luisa Spagnoli (1928-), che hanno svolto un ruolo primario nell’industrializzazione dell’Umbria e dell’Italia intera.

Rilevata una drogheria nel centro di Perugia insieme al marito Annibale Spagnoli, nel 1907 aprì, con Francesco Buitoni ed altri, una piccola azienda dolciaria nel centro storico della città.

Il Bacio Perugina nacque dall’idea di Luisa Spagnoli di impastare, con altro cioccolato, i frammenti di nocciola che venivano scartati durante la lavorazione dei dolciumi. Ne risultò un cioccolatino dalla forma irregolare, che ricordava un pugno chiuso, dove la nocca più sporgente era rappresentata da una nocciola intera.

I marchi che testimoniano l’inventività di Luisa Spagnoli, conservati nel fondo Ministero dell’Industria, Commercio e Artigianato, Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (1855-1986, 1.857.818 fascicoli), saranno esposti in una mostra dedicata alla creatività delle donne, in programmazione entro la fine del 2020.

Consulta la base dati dell’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi

Per informazioni sull’archivio storico della Società Perugina, si rimanda a SIUSA.

In foto:
ACS, MICA, UIBM, Serie Marchi, n. 26022, 1923
ACS, MICA, UIBM, Serie Marchi, n. 103634, 1951

Ultima modifica: 1 Luglio 2020 alle 22:18