#Dantedì
#ioleggoDante
#iorestoacasa

  • Twitter
  • Facebook
  • Google+
  • Linkedin

“Sì come a Pola presso del Quarnaro
Che Italia chiude e i suoi termini bagna.”

(Inferno, Canto IX, versi 113-114)

In occasione del Dantedì, l’Archivio centrale dello Stato ricorda Dante Alighieri attraverso l’archivio di Ettore Ferrari (1820-1971, 56 tra buste, cartelle e scatole), acquistato da una casa d’asta nel 1991.

Ettore Ferrari (Roma, 1845-1929), scultore, pittore, deputato dell’estrema sinistra radicale dal 1882 al 1892, consigliere del Comune di Roma dal 1877 al 1907, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani dal 1904 al 1917, direttore e professore del R. Istituto di Belle Arti di Roma, realizzò due monumenti simbolo dello spazio urbano capitolino: il monumento a Mazzini sull’Aventino, inaugurato postumo a ben vent’anni di distanza senza ricordarne l’artefice, e il Giordano Bruno di Campo de’ Fiori, per il quale dovette modificare il bozzetto in favore di un Bruno più composto, meno rivoluzionario. Tra i promotori dell’istituzione della Galleria nazionale d’Arte moderna di Roma, Ferrari sostenne la laicità dell’insegnamento, si schierò a favore del suffragio universale, propose la celebrazione della festività del primo maggio e prese le distanze dal fascismo, di cui fu un fiero antagonista.

Ferrari realizzò per la città di Pola, citata in alcuni celebri versi danteschi del Canto IX dell’Inferno, un busto dedicato a Dante Alighieri, oggi collocato presso l’Arsenale di Venezia.

Rodolfo Cattaro e di Rodolfo Corenich, presidente e segretario del Comitato per l’erezione di un ricordo marmoreo a Dante Alighieri a Pola, così scrivono a Ettore Ferrari l’11 ottobre 1900: “Mentre ‘che il danno e la vergogna dura’, di supremo conforto torna all’animo nostro il pensiero che tra breve ammireremo l’effigie marmorea del divin Padre Alighieri, arrivata da sì inclito scalpello, ornar l’atrio municipale”.

Consulta la base dati: https://search.acs.beniculturali.it/OpacACS/guida/IT-ACS-AS0001-0004230

In foto:

Lettera di Rodolfo Cattaro e di Rodolfo Corenich, del Comitato per l’erezione di un ricordo marmoreo a Dante Alighieri a Pola, a Ettore Ferrari, 11 ottobre 1900

Lettera di Giovanni Timeus, direttore de «Il Popolo Istriano» a Ettore Ferrari in merito al pagamento e all’inaugurazione dell’opera, 25 luglio 1901

Telegramma dei membri del Comitato a Ettore Ferrari dopo l’inaugurazione del busto, 2 ottobre 1901

(ACS, Archivio Ettore Ferrari, b. 25, fasc. 1100)

Inaugurazione del busto di Dante a Pola, 29 settembre 1901 (fonte: arenadipola.com/articoli/16885)
Busto di Dante di Ettore Ferrari presso il Museo dell’Arsenale di Venezia (fonte: bestveniceguide.it)

 

Ultima modifica: 31 Marzo 2020 alle 19:00