Corso di Alta Formazione in Archivistica contemporanea

Presso l’Archivio centrale dello Stato è attivo il Corso di Alta Formazione in Archivistica contemporanea per l’anno accademico 2020-2021.

Il Corso, giunto quest’anno alla nona edizione, si rivolge ai responsabili di amministrazioni ed enti pubblici, di imprese, istituti ed organizzazioni privati, nonché a singoli professionisti che intendano acquisire conoscenze e competenze archivistiche, organizzative e tecnologiche relative alla formazione, gestione, conservazione e fruizione di archivi cartacei, digitali e ibridi.

Il Corso offre un percorso formativo e di aggiornamento professionale in linea con i compiti istituzionali dell’Archivio centrale dello Stato, cui spetta la conservazione a lungo termine degli archivi prodotti dalle amministrazioni centrali dello Stato – insieme a fonti documentarie prodotte da enti pubblici di rilievo nazionale e da privati – garantendone la consultabilità attraverso la realizzazione di idonei strumenti di ricerca.

OBIETTIVI FORMATIVI
I principali obiettivi formativi che il Corso si propone di conseguire sono:
– fornire conoscenze e sviluppare abilità e competenze atte a garantire la conservazione e la consultazione di archivi e documenti a prescindere dal supporto che li caratterizzano;
– progettare e realizzare strumenti di descrizione e di ricerca archivistica, anche attraverso l’uso di sistemi e programmi informatici e in riferimento a standard nazionali e internazionali;
– proporre metodologie archivistiche che sappiano confrontarsi con la normativa e la prassi nazionale sulla digitalizzazione dei documenti e la dematerializzazione dei flussi di lavoro.

CONTENUTI DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE
I temi oggetto di studio riguarderanno i seguenti settori di contenuto:
– il documento e gli istituti di conservazione: archivi, biblioteche e musei;
– tipologie e formati della documentazione contemporanea;
– l’archivio in formazione e di deposito;
– la sedimentazione storica degli archivi, la selezione e l’ordinamento;
– la descrizione archivistica: standard e sistemi descrittivi;
– la consultabilità dei documenti e la declassificazione di quelli riservati;
– gli standard per la gestione documentale;
– la conservazione degli archivi digitali;
– il ruolo delle istituzioni nella formazione e conservazione degli archivi;
– archivistica e ricerca storica;
– management dei beni culturali.

ORGANIZZAZIONE DEL CORSO
Le attività didattiche inizieranno a febbraio 2021 e si concluderanno entro giugno 2021.
Il Corso è svolto prevalentemente in lingua italiana.
Le lezioni saranno tenute parte in presenza, parte a distanza, per un numero di ore non inferiore a 150, articolate in lezioni frontali, conferenze, workshop e seminari.
La discussione dell’elaborato finale è prevista entro novembre 2021.
La frequenza del Corso è obbligatoria. Le assenze non possono superare il 25% del monte ore complessivo.
In caso di mancata frequenza o di comportamenti censurabili, il direttore del Corso potrà decidere l’esclusione del partecipante. In tal caso le quote d’iscrizione non saranno rimborsate.
La data prevista per la conclusione del Corso è indicativa, essa potrebbe essere posticipata qualora esigenze organizzative lo richiedano.
Le lezioni frontali si terranno a Roma, nella Sala Convegni dell’Archivio centrale dello Stato, in Piazzale degli Archivi n. 27, di norma dalle ore 9.30 alle ore 13.30 e dalle ore 14.00 alle ore 16.00.

Per le lezioni a distanza, che si svolgeranno su una piattaforma di e-learning che sarà indicata successivamente, è richiesta ai corsisti la disponibilità di un personal computer collegato ad internet.
Le lezioni incentrate sulla presentazione di casi di studio potranno tenersi presso le pubbliche amministrazioni, gli enti e gli istituti coinvolti nel percorso formativo.

NUMERO DEI POSTI DISPONIBILI
Il Corso è a numero chiuso.
Il numero massimo dei posti disponibili è pari a 55, di cui 15 riservati al personale delle pubbliche amministrazioni.
Per il personale delle pubbliche amministrazioni, il pagamento della quota d’iscrizione sarà a carico dell’ufficio di appartenenza.
Il personale del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo sarà ammesso al Corso in sovrannumero, con esonero delle quote d’iscrizione, se autorizzato dal proprio dirigente o direttore con esplicita attestazione dell’attinenza del Corso ai compiti svolti nell’ambito dell’ufficio di appartenenza.

REQUISITI DI AMMISSIONE
Possono presentare domanda di ammissione al Corso, senza limitazioni di età e cittadinanza, coloro che sono in possesso di:
un titolo universitario appartenente ad una qualsiasi classe di laurea specialistica/magistrale (nuovo ordinamento);
– una laurea conseguita in base al sistema previgente alla riforma universitaria del D.M. 509/99 (vecchio ordinamento)
– titoli accademici rilasciati da università straniere riconosciuti equipollenti.
I candidati in possesso di un titolo accademico conseguito all’estero dovranno far pervenire, inderogabilmente entro la data di scadenza del presente bando, copia della dichiarazione di valore del titolo conseguito all’estero.
La dichiarazione di valore deve contenere le seguenti informazioni:
1. dati anagrafici dello studente titolare;
2. stato giuridico e natura dell’istituzione rilasciante;
3. requisiti di accesso al corso di studio conclusosi con quel titolo (anni complessivi di scolarità pre-universitaria);
4. denominazione e durata legale del corso di studio e impegno globale richiesto allo studente in crediti o in ore;
5. indicazione del ciclo di studio di appartenenza (se 1° ciclo o 2°ciclo);
6. indicazione della carriera universitaria cui il titolo posseduto dà accesso (specificare se il titolo conseguito consente, in loco, l’accesso a corsi di 2° ciclo/master degree oppure a corsi di 3° ciclo/PHD).
In mancanza delle suddette informazioni, la dichiarazione di valore non sarà ritenuta valida.
I requisiti di accesso devono essere posseduti all’atto della scadenza della domanda e la dichiarazione di valore dei titoli di studio conseguiti all’estero deve essere obbligatoriamente allegata alla domanda di ammissione, pena l’esclusione. Il personale delle pubbliche amministrazioni può accedere al Corso anche se non in possesso del diploma di laurea.

MODALITÀ DI ISCRIZIONE
La quota d’iscrizione è pari a € 800.00 (euro ottocento) da versare in tre rate così suddivise:
– prima rata di 200 euro, da corrispondere almeno cinque giorni prima della data iniziale delle lezioni, pena la decadenza dalla partecipazione al Corso;
– seconda rata di 300 euro, da corrispondere entro il 15 marzo 2021;
– terza rata di 300 euro, da corrispondere entro il 15 maggio 2021.
Le pubbliche amministrazioni sono tenute a versare la quota d’iscrizione in un’unica soluzione.
Per le iscrizioni aziendali multiple è prevista una riduzione del costo complessivo pari al 10%
Il pagamento della quota d’iscrizione va effettuato tramite bonifico bancario, indicando nella causale il nome e cognome del corsista ed inserendo la seguente dicitura: “Quota di iscrizione SAC-ACS”.
Coordinate bancarie del conto corrente presso la Banca Popolare di Sondrio su cui effettuare il versamento:
Codice IBAN: IT50K0569603211000025000X75.

La quota di iscrizione potrà essere rimborsata solo ed esclusivamente nel caso in cui il Corso non venga attivato.
Essendo la quota di iscrizione al di fuori del campo I.V.A., ai sensi degli artt. 1 e 4 del D.P.R. 633/1972 e successive modifiche, l’Archivio centrale dello Stato non emetterà fattura.

ESONERO DAL PAGAMENTO DELLA QUOTA D’ISCRIZIONE
Sono esonerati dal pagamento dalla quota d’iscrizione:
– i primi 3 candidati collocati utilmente nella graduatoria di merito che non siano titolari di un contratto di lavoro a tempo indeterminato o che siano titolari di un contratto di lavoro a tempo determinato inferiore ai 12 mesi;
– i primi 3 candidati collocati utilmente nella graduatoria di merito che siano residenti in uno dei Paesi in via di sviluppo compresi nell’elenco di cui al D.M. 1° agosto 2015 n. 594.

DOMANDA DI AMMISSIONE
Le domande di ammissione, corredate degli allegati, dovranno pervenire entro e non oltre il 15 dicembre 2020.

Si veda il BANDO ANNO ACCADEMICO 2020 2021 e la Domanda di Ammissione AA 2020_2021.

ANNI PRECEDENTI
Bando Corso di Alta Formazione A.A.2019-20
Piano dell’offerta formativa A.A. 2019-2020

 

Direttore del Corso: Stefano Vitali
Responsabili del Coordinamento scientifico:
Maria Letizia Sagù e Raffaele Pittella

Segreteria didattico-organizzativa:
Elisa Garritano – Stefania Di Benedetto
tel. + 39 06 54548.488
acs.corsoarchivisticacontemporanea@beniculturali.it

 

agg. 24 sett. 2020