Aperture domenicali straordinarie
della sala di studio

  • Twitter
  • Facebook
  • Google+
  • Linkedin

L’Archivio centrale dello Stato, nel quadro del Piano di Valorizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, ha programmato cinque aperture domenicali straordinarie al pubblico. Le aperture saranno effettuate dalle 9.00 alle 12.45 nelle seguenti giornate: 4, 18 e 25 ottobre e 1° e 8 novembre 2020.

In tali giornate in Sala di Studio e in Sala araldica e delle Raccolte speciali sarà consentita la consultazione del materiale archivistico già richiesto e lasciato in deposito nei giorni precedenti dagli studiosi registrati sul sistema informativo. Le modalità di prenotazione per l’accesso è regolato dalla piattaforma Eventbrite e accessibile qui.

Inoltre tutte le persone interessate a conoscere le modalità di ricerca in Archivio e ad orientarsi fra i molteplici strumenti digitali e tradizionali a disposizione degli utenti, potranno prenotare una visita scrivendo una mail con oggetto APERTURE  DOMENICALI STRAORDINARIE a:  acs.urp@beniculturali.it, entro le ore 15.00 del venerdì che precede la domenica scelta. Il personale dell’Istituto li accoglierà in Sala studio e in Sala araldica e delle Raccolte speciali e risponderà alle loro domande e curiosità, svelando segreti e strategie di una proficua ricerca dei documenti d’archivio.

Le visite inizieranno alle ore 9.00 – 10.00 – 11.00 e 12.00, per gruppi di massimo cinque persone.

I visitatori dovranno presentare all’Ufficio Passi la stampa della conferma della prenotazione ricevuta dall’Archivio, compilare l’apposito modulo prescritto dalla normativa anticovid e lasciare borse e cappotti negli armadietti assegnati.

Con l’occasione, si potranno anche visitare le mostre:
“Perché sono un genio!”. Donne inventrici tra ‘800 e ‘900 e Maria Montessori: educare alla libertà.

Ultima modifica: 16 Ottobre 2020 alle 15:25