• Twitter
  • Facebook
  • Google+
  • Linkedin

L’Archivio centrale dello Stato, fino all’8 marzo, aderendo all’iniziativa nazionale Mibac Giornata Internazionale della Donna,  ospita  Senza rossetto, un progetto sull’immaginario femminile alla vigilia del voto del 1946, in collaborazione con la Fondazione AAMOD e Regesta.exe.
Attraverso una raccolta di testimonianze il film «Senza Rossetto»  di Silvana Profeta, racconta l’importanza simbolica e politica del voto espresso per la prima volta dalle donne nel 1946 quando si recarono alle urne senza rossetto sulle labbra, per non sporcare la scheda che doveva essere umettata e incollata, pena l’invalidazione del voto.

La mostra documentaria sul voto alle donne allestita per l’occasione è visitabile su prenotazione fino all’8 marzo con orario dalle 11 alle 17,30
l’ingresso è libero ma è necessaria la prenotazione a acs.comunicazione@beniculturali.it e attendere la conferma di prenotazione.

 

 

 

Ultima modifica: 1 Aprile 2019 alle 12:25